Domani nevica | Anna Adamo

This post is also available in: Inglese

Domani nevica © Anna Adamo
Mamma e i suoi cinque cuscini nel divano letto, casa 2011.
Domani nevica © Anna Adamo

Quando avevo quindici anni, mio fratello morì e mia madre, a Natale, mi regalò una macchina fotografica: la ringrazierò per tutta la vita. Cominciai ad accumulare foto di cose e persone che volevo tenere con me per sempre; è una sensazione maniacale, ho bisogno di provarlo, di renderle immortali.
Cominciai a sviluppare rullini su rullini, e in ciascuno di questi c’erano sempre una o due foto che ritraevano lei – mia madre. Grazie alla macchina fotografica, abbiamo una relazione simbiotica; non comunichiamo molto con le parole, ma con sguardi, abbracci, e attraverso le foto.
Ho intitolato questa storia Domani nevica: è una frase che mia madre dice sempre quando guarda fuori dalla finestra, in qualsiasi periodo dell’anno: «Sono sicura che da qualche parte sta nevicando…» Guardando le foto, è proprio come sembra: che qualcosa stia per accadere, che lei possa fare qualcosa di strano o meno. È semplice, lei è proprio così… e non ha mai indovinato quando avrebbe nevicato davvero.

AnnaAdamo_DomaniNevica_02
La porta accanto si è bruciata, casa 2014.
Domani nevica © Anna Adamo
Anna Adamo_Domani Nevica
Mamma cuce a casa, 2009.
Domani nevica © Anna Adamo
Domani nevica © Anna Adamo
Viviamo all’8° piano, abbiamo ordinato una pizza da asporto, ma il ragazzo delle consegne non è voluto salire perché l’ascensore era rotto, così mia madre è scesa ed è tornata lamentandosi, casa 2015.
Domani nevica © Anna Adamo
 Domani nevica © Anna Adamo
Mamma e due delle sue quattro sorelle fumano una sigaretta durante una pausa, il giorno del matrimonio di mio cugino, Genova 2011.
Domani nevica © Anna Adamo
Mom was happy ‘cause she made typical “little horns’’ with argilla for all the family as a Christmas present, she was letting them dry on the door. 2013. Domani nevica © Anna Adamo
Mamma era felice perché aveva fatto delle tipiche corna con l’argilla per tutta la famiglia, come regalo di Natale, e le stava facendo asciugare davanti alla porta, 2013.
Domani nevica © Anna Adamo
Domani nevica © Anna Adamo
Mia zia parrucchiera che aiuta mia madre con la tinta per i capelli e lo shampoo a casa, 2015.
Domani nevica © Anna Adamo
Domani nevica © Anna Adamo
Aspettando la soap opera durante il periodo natalizio, 2015.
Domani nevica © Anna Adamo
Domani nevica © Anna Adamo
Sbadigliando, casa, 2012.
Domani nevica © Anna Adamo
Domani nevica © Anna Adamo
Tornando a casa in macchina, inverno 2016.
Domani nevica © Anna Adamo
Under her cherry tree and the moonlight, in summer she transforms the balcony with plants and trees. She hasn’t gone on vacation for 10 years, so she likes filling her spare time doing gardening. Home, August 2015. Domani nevica © Anna Adamo
Sotto il suo ciliegio e al chiaro di luna, trasforma il balcone con piante e alberi. Non va in vacanza da dieci anni, così le piace passare il tempo libero facendo giardinaggio. Casa, agosto 2015.
Domani nevica © Anna Adamo

 

Anna Adamo
Anna Adamo_Portrait by Claudio MajoranaAnna Adamo è nata nel 1991 in un paese vicino a Milano.
Si è avvicinata alla fotografia quando era molto giovane, grazie alla macchina fotografica di suo fratello. Ha poi scelto un percorso artistico presso l’Istituto d’Arte di Monza, dove ha cominciato ad approcciarsi alla fotografia in modo più intimo, ma ha interrotto gli studi prima di arrivare al diploma. Comunque, anche senza una solida formazione scolastica, ha iniziato a costruirsi un proprio percorso. Nel 2011 ha preso parte al primo concorso nazionale istituito da Leica, con il progetto This is our youth, vincendo con altri cinque partecipanti. Qui è stata scoperta da un membro della giuria nonché membro della Magnum, Alex Majoli, che in seguito le ha proposto un’esperienza lavorativa col collettivo di fotografi e fotoreporter Cesura, che egli stesso ha fondato. Dopo uno stage di tre mesi, ha cominciato a lavorare lì come fotografa e collaboratrice.
Attualmente vive a Parigi.
www.annaadamo.com